Terapia biologica

Nonostante le numerosissime ricerche effettuate nel mondo, le cause di questa malattia non sono del tutto chiarite. Esiste una correlazione tra la malattia ed un marker immunologico (l’antigene di istocompatibilità HLA-B27) presente fino al 90% dei pazienti affetti da SA.

Quali sono le norme di vita igienica e le misure da prendere?

Vanno soppressi i fattori ambientali che si ritengono favorevoli all’aggravamento della malattia come esposizione al freddo, umidità, bagni freddi, lavori pesanti, traumi e microtraumi ripetuti, stazione eretta prolungata, ecc.

  • è consigliato il riposo notturno su un piano rigido
  • è consigliato il controllo del peso

Farmacoterapia

La strategia della farmacoterapia nella SA mira ad abolire il sintomo Dolore e gli altri segni di flogosi, a rallentare e a bloccare l’evoluzione della malattia. Il primo obiettivo si ottiene con l’uso di farmaci antinfiammatori non steroidei dal momento che i cortisonici si sono dimostrati inefficaci nel controllare i segni flogistici della colonna. Il Fenilbutazone e l’Indometacina sono i farmaci di prima scelta in questa malattia. Per i gravi effetti collaterali,che da queste due molecole possono derivare, si usano i FANS di seconda generazione(diclofenac sodico, naproxene, ibuprofen e piroxicam). Il secondo obiettivo si ottiene con l’uso di farmaci di fondo, il principale dei quali è la salazopirina che agisce prevalentemente a livello delle articolazioni periferiche, ma non a livello assiale. Altri farmaci usati sono il methotrexate, la ciclosporina. Novità: La Terapia Biologica ( farmaci biologici o anti TNF) si è rivelata molto efficace e costituisce l’unica ,oggi , speranza di rallentare efficacemente l’evoluzione della spondilite anchilosante. Tale terapia viene utilizzata sotto stretto controllo medico (Reumatologo – Centro Antares ) quando i pazienti affetti da SA hanno già sperimentato i farmaci convenzionali, risultati inefficaci.

La terapia fisica strumentale si pone come supporto alla terapia farmacologia ed alla riabilitazione

  • elettroanalgesia (tens, correnti diadinamiche)
  • raggi infrarossi
  • ultrasuoni
  • laserterapia
  • idroterapia e idrochinesiterapia

Terapia Riabilitativa

Per questi pazienti è importante la rieducazione posturale globale (RPG), fatta da esperti fisioterapisti che conoscono gli esercizi che mobilizzano la colonna vertebrale ormai bloccata.
E’ indicato il nuoto e l’ idrochinesiterapia in acqua.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Tagged: , ,